Imola
Roma
Cesena
Faenza
Forlì
Ravenna
Roma
Lugo
Rimini
San Marino

La Sede

Facciata-targa-2

La sede della Famiglia  Romagnola si trova presso la Casa delle Associazioni Regionali, nei locali che il Comune di Roma ha concesso nel 2006 all'UNAR (Unione delle Associazioni regionali di Roma e del Lazio). 

 Al secondo piano dello storico edificio, che ha ospitato per lungo tempo l'Istituto per l'Africa (I.S.I.A.O), hanno trovato sistemazione una dozzina di Associazioni Regionali all'epoca prive di una sede propria.

 Oltre a diversi ambienti ad uso esclusivo di ufficio per le attività delle singole associazioni, vi si trovano locali ad uso comune quali due Sale (Sala Italia e Sala Roma) per conferenze, riunioni, proiezioni di filmati, ed una Sala Biblioteca, ove sono raccolti in parte i volumi che le varie Associazioni hanno fatto confluire nel patrimonio librario dell'UNAR.

Fanno poi parte delle aree comuni anche una sala (Sala Affreschi), adibita usualmente alle degustazioni che spesso concludono gli incontri sociali e culturali, ed una spaziosa Terrazza, con magnifica vista sul Bioparco, luogo ideale per intrattenimenti artistico-culturali e/o enogastronomici nel corso della bella stagione. 

Gestiti con un sistema di prenotazioni anticipate, gli ambienti comuni consentono in tal modo a tutte le Associazioni dell'UNAR (sia quelle che hanno la propria segreteria in via Aldrivandi sia quelle che hanno una distinta sede propria) di organizzare eventi e manifestazioni a beneficio degli aderenti e dei simpatizzanti di tutte le comunità regionali romane.

La Casa delle Associazioni Regionali si presta in tal modo a costituire una "vetrina"  delle Regioni italiane a Roma e si propone come focus point per importanti ed indispensabili azioni volte a valorizzare e promuovere le specificità e le eccellenze regionali.

La vetrina si pone come un punto di rappresentanza per gli operatori e gli enti locali, che possono beneficiare di questa opportunità in tutti i settori, da quelli agro-alimentare ed eno-gastronomico e quelli industriale ed imprenditoriale,  compresi i settori istituzionale, storico-culturale, del folklore e tradizioni, di arte e spettacolo, del turismo e del tempo libero.

Ogni Associazione si pone come partner ideale per offrire spazi e competenze ad una serie di interlocutori privilegiati della propria regione, quali:

  • enti istituzionali: Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, Camere di Commercio, Consorzi, Enti per lo Sviluppo Agricolo, ecc.
  • enti associativi: Coldiretti, Associazioni Commercianti, Confartigianato, Confindustria, ecc.
  • aziende produttive dei divesi settori artigianali ed industriali.