Imola
Roma
Cesena
Faenza
Forlì
Ravenna
Roma
Lugo
Rimini
San Marino

40° anniversario della "Famiglia" - 25 novembre 2017

04-Scorcio sala 1Il 25 novembre 2017 presso la sede di via Aldrovandi, in Sala Italia, è stato celebrato il 40° anniversario della firma dell'Atto Costitutivo della Famiglia Romagnola, avvenuta il 14 aprile 1977 davanti all'avv. Otello Massimi.

Una prima "Associazione dei Romagnoli", espressione degli oriundi romagnoli residenti nella Capitale, era nata a Roma il 1° ottobre 1903. Ma poi si sciolse "volontariamente" negli anni '30, per espresso "suggerimento" dell'autorità politica dell'epoca.

Risorta nuovamente nel secondo dopoguerra, con la denominazione di Famiglia Romagnola, da allora ha svolto ininterrottamente la propria attività che continua ancora oggi.

Nel corso della cerimonia commemorativa, dopo i saluti del presidente Ferdinando Pelliciardi e del presidente dell'Un.A.R. (nonché del Fogolâr Furlàn) ing. Francesco Pittoni, sono stati presentati la Medaglia commemorativa in bronzo, coniata per l'occasione su modello dell'artista Elisabetta Ercadi, ed il libro del quarantennale "La Famiglia Romagnola di Roma - Una centenaria che compie quarant'anni".

Coordinati dalla vice presidente della Famiglia Alessandra Filippini, sono poi seguiti gli interventi di

- Vittorio Emiliani: Associazionismo, tra ananrchia e solidarietà, nel carattere romagnolo

- Pier Siverio Pozzi: Gli anni del CEVAR, "braccio operativo" della Famiglia Romagnola

- Marco Ravaglioli: Armando Ravaglioli e la Romagna a Roma

- Luigi Gatti: Giovanni Gatti, "custode della bandiera".

Lorenzo Cottignoli, presidente della Federazione delle Cooperative, ha portato il saluto del mondo cooperativistico ravennate.

Dopo la consegna della Medaglia del Quarantennale ai Rappresentanti (Presidenti o Delegati) delle altre Associazioni regionali presenti in sala (v. Fotogallery), ha fatto seguito un concerto di cante romagnole, eseguito dal Gruppo Corale "Pratella-Martuzzi" dei Canterini Romagnoli di Ravenna, diretti dal M° Matteo Unich, che si sono alternati con i brani musicali magistralmente proposti dal M° Michele Carnevali con la sua ocarina (il celebre "flauto globulare" di terracotta, inventato da Giuseppe Donati di Budrio di Bologna nel 1853).  

Ha chiuso l'incontro un Buffet a base dei prodotti tipici della nostra terra.

 

 

Fotogallery: